Thursday, October 16, 2008

Cristina e me, Los Angeles, Day 2 and 3

Quando ci siamo svegliate venerdi’ il tempo sembrava non troppo male qui in centro a San Diego, ma si vedevano grossi nuvoloni di nebbia sulla costa. Abbiamo provato ad andare a La Jolla e passare per Encinitas e Del Mar, ma sembravano uscite da una cartolina del Midwest durante l’autunno. E siamo filate spedite a Los Angeles, dove abbiamo dormito all’Omni hotel di fronte alla Walt Disney Hall e girato il centro.

Downtown LA can be a little sketchy, but some of the buildings are truly amazing. Like the Bradbury Building, where my sister found a sculpture of Charlie Chaplin that apparently stole her heart.

Non sono cosi’ carini? Cristina adorava questa statua di Charlie Chaplin dentro al Bradbury Building.

Da quel palazzo siamo tornati verso il piu' "centro" e ci siamo rifugiate nella biblioteca.

La biblioteca di LA ha anche svelato dei segreti nascosti con i suoi lampadari e soffitti.

We both loved this beautiful chandelier in the public library.

Outside he tallest building there was some “vertical race” going on for the YMCA. Instead of a marathon, it was a “climbathone”. We had fun looking at the faces of the people that just made it to the top!

A Cristina e’ piaciuto molto l’hotel e la sua vista. La cosa piu’ divertente e’ che siamo passati davanti alla bella e nuova Walt Disney Hall di Fran Gehry e abbiamo visto tante persone che sembravano in fila pronte per un concerto. Tentar non nuoce, e cosi’ci siamo ritrovate a correre in albergo per cambiarci ed entrare ad assistere a probabilmente l’unico concerto gratis dell’anno. Dentro era bellissimo e l’acustica spettacolare, ma niente foto.

My sister and I got lucky because we could get in the Concert Hall for free to listen to the LA Philarmonic playing for the City of Los Angeles. It was a blast… and on our way back to our room, my sister wanted me to take a picture of the hall. And go to bed as well!

The next day we did the “touristy things” that you can expect in Hollywood and Beverly Hills: see the Chinese Theatre, put your hands over famous handprints, and shop in Rodeo Drive. Well, maybe not shopping since 90% of the shops there are Italian, so what’s the point??!! But we had fun trying on dresses anyway.

Il giorno dopo siamo andate in giro per LA come due brave turiste. La colazione a Hollywwod non e’ stata molto gradita al mio stomaco perche’ fino al giorno dopo ho avuto qualche momentino non poco felice, ma per fortuna dopo una notte di riposo a Santa Monica tutto e’ tornato alla normalita’.

Cristina was looking so hard for Sean Connery… and she found him! Or, at least, his hands. Not too much luck on his star, but you can’t have everything, can you?

Mia sorella non ha fatto altro che cercare di mettere le mani addosso a Sean Connery per tutto il tempo in cui eravamo a Hollywood. Alla fine pero’ la pazienza ha pagato perche’ ha potuto toccargli le mani! O almeno, le impronte. E le stelle di altri personaggi…

From Hollywood to Beverly Hills (after the Chinese Theatre). Just a stroll, but we felt so “Pretty woman”!

Cristina in Rodeo Drive. Tra Prada, Gucci, Dolce e Gabbana, Versace, Armani e tantissimi altri, si e’ quasi sentita a casa, penso. O per lo meno, a Milano in via Montenapoleone.

We went to the Getty Museum in the afternoon. I wasn’t feeling too well, but my sister took lots of pictures instead. Van Gogh and Renoirs and views of the city from abobe. A bit of smog, though….Ho portato Cristina a vedere il Getty Museum a Los Angeles, che e’ pieno di sculture e dipinti spettacolari. Si possono anche fare foto, a patto di non usare il flash.

Iris di Van Gogh e ballerine di Renoir riempiono da soli una stanza!

The view from the Getty was not as impressive as the view of San Francisco, but it’s still a big city.

Il Getty ha tanti giardini al di fuori e quasi tutti hanno un tappeto di erba talmente folto che sembra finto. Si vedevano le nuvole della nebbia che oscuravano la costa, ma il museum era circondato dal sole!

Tra la pioggerellina e il grigio, siamo arrivate a Santa Monica alla Channel Road Inn. Ecco la nostra (piccola) stanza dove non ho potuto godere molto visto che ho passato parecchio tempo nel bagno! Per fortuna alla mattina ero meglio che nuova.

No comments: