Thursday, March 26, 2009

I fiori di casa, con qualche variazione...

A furia di andare a lezione e vedere mille tatuaggi (piu' o meno belli, piu' o meno particolari, ma sicuramente tutti interessanti!) e' venuta anche a me l'idea che non sarebbe male averne uno. Cosi', dal nulla. E visto che di solito le mie idee si trasformano in realta' molto velocemente, nel giro di due settimane mi sono ritrovata con posto, artista, disegno... e opera compiuta. Ho approfittato della visita di Dimitri a San Diego per avere un reportage fotografico. No, non ero pensierosa o preoccupata. Anche se la foto qui sotto puo' dare da pensare...

I've looked at so many tattooes during my last couple of years at Body Mind College. After a while you start noticing the beautiful ones, the not so pretty ones, and start thinking that you may consider having one yourself. Out of the blue, as a birthday present, I got one. Everything worked out somehow by itself... My shiatsu teacher, Dave, lent me the idea for the place (Avalon, in PB). Karen suggested his friend's husband, Jacek, who is a tattoo artist at Avalon. And after pondering a little and a couple of discarted ideas, I settled for flowers. Violets.

Dimitri e' stato il fotografo che ha ripreso il tutto, ed e' stato divertente trascinare un pediatra in un posto cosi' strano come quello dove siamo andati. Ho scelto il posto grazie al mio insegnante di shiatsu, Dave, e il ragazzo che mi ha fatto il tatuaggio era un amico di Karen. Dopo qualche discussione sulle dimensioni (che sono passate da moneta a banconota!), su dove farlo e sui colori e le forme, ti siedi tranquilla sul mini-lettino e aspetti fiduciosa di poter vedere il risultato. Prima la linea nera di contorno, poi tutti i colori, e voila! Visto che l'ho sempre considerato una forma d'arte, ho anche chiesto al mio bravo artista di firmarlo. E cosi' ha fatto...

It was a really fun and interesting experience, probably biased because working on a couple of spots on my back seemed awfully similar to a deep tissue massage :) I picked purple violets, heart-shaped leaves, and a location up on my back that is easy to cover and easy to show as well. What is the point of having a tattoo if you can't show it off?? And that's what happened when I was walking on the beach in Malibu a couple of days later... husband and wife found it so pretty that they didn't believe at first that it was real. Their daughter really liked it as well!

La mia schiena non sara' piu' una pagine bianca, ma mi piace pensare che mi porto sempre addosso alcune delle pie' belle cose che ho anche nel cuore: il sole e la liberta' della California, e i fiori dell'Italia e del giardino dei miei genitori. Adesso manca solo che chi mi conosce da una vita lo possa ben guardare di persona!

1 comment: